Beni immateriali in azione

intangible heritage tangible communities

*Artepollino: sviluppo di che? Quale “altro sud”? A chi giova? Quanto costa?

Pubblicato da benimmateriali su 5 settembre 2009

hollergiostra2

Dal sito del MiBAC:

Artepollino, il nuovo progetto di sviluppo locale in Basilicata

Nel versante lucano del Parco Nazionale del Pollino, il più grande parco naturale d’Italia, sabato 5 settembre si inaugurerà la prima edizione di ARTEPOLLINO un altro sud. in un contesto naturale unico, artisti di fama mondiale realizzeranno opere permanenti site-specific, in una delle più belle aree naturalistiche dell’italia del sud. ARTEPOLLINO è un progetto di sviluppo locale, inserito nel programma “Sensi contemporanei”, promosso dalla Regione Basilicata, dal Ministero dello Sviluppo Economico, dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali e dalla Fondazione La Biennale di Venezia che ha l’obiettivo di valorizzare il patrimonio ambientale e culturale del territorio lucano del Parco Nazionale del Pollino. Gli artisti invitati per la prima edizione di ARTEPOLLINO un altro sud sono tre indiscussi protagonisti dell’arte contemporanea internazionale: Anish Kapoor, Carsten Höller e Giuseppe Penone, a cui è stato chiesto di realizzare tre opere permanenti site-specific, di grandi dimensioni, nel territorio del parco. Anish Kapoor realizzerà la sua opera nel complesso termale di Latronico, nella valle del Sinni, Carsten Höller a San Severino Lucano, nella valle del Frido, e Giuseppe Penone a Noepoli in val Sarmento. Figura centrale nel panorama dell’arte contemporanea, Anish Kapoor ha progettato per il Pollino, nelle Terme di Latronico, un’installazione dal titolo Earth Cinema: un “taglio” nel terreno di 45 metri di lunghezza x 7 di profondità, dove i visitatori, entrando, si troveranno a contatto con le viscere della terra, dalle cui profondità, poco lontano, sgorga l’acqua termale. Lungo una fiumara, sorgerà invece l’opera di Giuseppe Penone, Teatro vegetale: “un luogo che si inserisce nel paesaggio della regione, creato con elementi vegetali che ne regolano gli spazi e ne delimitano le parti”, come scrive l’artista. Il teatro, a forma di cerchio (del diametro di 125 m), è realizzato solo con elementi naturali, alberi, cespugli, pietre. Al centro uno specchio d’acqua tra il pubblico e il palco. Carsten Höller ama disorientare e provocare lo spettatore, alterando i meccanismi percettivi tradizionali. Nel Pollino, Höller realizza l’installazione RB Ride, una gigantesca giostra con 12 braccia per 24 persone. Posizionata sulla cima di una collina, da cui si vede uno straordinario paesaggio naturale, l’opera funziona come una normale giostra ma dal movimento lentissimo, quasi esasperante.  

Continua…

Dal sito Artepollino:

Sulla base di queste considerazioni e pensando ad un approccio innovativo al tema dello sviluppo del territorio lucano del Pollino la Regione Basilicata, in collaborazione con il Ministero per i Beni e le Attività Culturali, il Ministero dello Sviluppo Economico e con il contributo della Fondazione La Biennale di Venezia ha sottoscritto nel 2006 un addendum all’Accordo di Programma Quadro Sensi Contemporanei nel quale è previsto uno specifico intervento denominato ArtePollino.
Con questo nuovo progetto si intende valorizzare il patrimonio ambientale del territorio lucano del Parco Nazionale del Pollino attraverso la realizzazione concreta di interventi artistici biocompatibili sul territorio al fine di rafforzare la motivazione ambientale per la visita del parco con l’introduzione del nuovo tematismo dell’arte contemporanea.
L’obiettivo primario del progetto è quindi quello di trasformare il modo di considerare il parco sia da parte degli abitanti, sia da parte dei visitatori e rendendo evidente che proprio qui è possibile costruire “un altro Sud”.
Partendo dalle migliori risorse umane che già operano su questo territorio e mettendole in contatto con realtà internazionali altamente qualificate è possibile infatti valorizzare le potenzialità che già esistono in questo magnifico territorio migliorando la qualità della vita di chi lo abita, creando una nuova “identità competitiva” capace di distinguere questo contesto di pregio in un panorama internazionale e trasformando la visita al Parco del Pollino nell’opportunità di poter “vivere un sogno” che non si limiti alla sola contemplazione passiva dei panorami e dell’ambiente naturale ma che prevede anche una partecipazione attiva resa possibile dalla fruizione delle opere contemporanee che saranno realizzate.

http://www.artepollinobasilicata.it/index.php/it/le-risposte.html

About these ads

2 Risposte a “*Artepollino: sviluppo di che? Quale “altro sud”? A chi giova? Quanto costa?”

  1. indio ha detto

    sviluppo di puttanate… cattedrali nel deserto, sfregi al paesaggio montano, milioni di euro pubbliici intascati da artisti e parassiti che dirigono il progetto.
    questo è ArtePollino, l’esempio del marciume culturale e sociale in cui viviamo, con la benemerita collaborazione dei GRANDI ARTISTI

  2. leucodermis ha detto

    L’osservazione di indio mi sembra un pò esagerata, sicuramente mossa da una forte passione per il territorio del Pollino.Io penso che gli artisti in questione non abbiano grandi colpe, se non quella di aver preso parcelle senza riflettere molto, ma sono daccordo con te sul sistema che spreca soldi pubblici senza creare reali ricadute per la popolazione. Forse vedremo un pò di curiosi nei primi periodi , curiosità che non muove solo per apprezzare ma anche per vedere come si sono spesi i soldi, poi il tutto finirà e ci chiederemo come mai certe cose avvengono. A proposito di “opere dceddturpanti” sono pronte le uova da deporre in territorio di Terranova del Pollino. Spero si sfascino !!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: