Beni immateriali in azione

intangible heritage tangible communities

*Feste patronali a rischio

Posted by benimmateriali su 8 agosto 2008

Da Primapaginamolise 6-8-2008

Da manifesti anonimi apparsi in questi giorni sui muri di Sessano apprendiamo che i giorni 2-6-7-8 agosto – da sempre dedicati ai festeggiamenti del nostro patrono San Donato – saranno dedicati ad alcune attività musicali, senza che venga fatto alcun riferimento al Santo, senza che venga data alcuna informazione relativamente alle funzioni religiose e senza che si possa capire chi organizza tali attività.

Nei giorni passati si è proceduto alla raccolta di denaro, richiesto a tutti i cittadini di Sessano appositamente per organizzare le festività di San Donato. Tale questua ha visto addirittura protagonisti due consiglieri comunali di maggioranza.

A tale proposito, vorremmo sapere se la questua effettuata nei giorni scorsi è stata autorizzata dal Parroco, nella sua funzione di presidente del Comitato San Donato, e per quali finalità saranno utilizzati i fondi raccolti, dal momento che dai manifesti di cui sopra non si evince un collegamento tra i concerti annunciati e i festeggiamenti del Santo.

Insomma:
1) Chi ha organizzato le festività in onore di San Donato?
2) Come verrano utilizzati i fondi raccolti dal comitato?
3) Chi ha pubblicato e affisso il manifesto anonimo comparso in questi giorni?
4) Chi si farà carico delle spese di queste manifestazioni?

Inoltre:

Pochi giorni fa, la Giunta comunale ha approvato una delibera di intenti – con due soli voti a favore, un astenuto, un assessore che ha abbandonato la seduta e il voto contrario del vice sindaco – con la quale stabiliva di organizzare un “Agosto sessanese” senza che nella delibera venisse indicato un programma e un impegno di spesa e decidendo di utilizzare per tale scopo la somma di 20.000 euro derivante da una convenzione, non ancora firmata, con l’Enel Produzione Spa relativa alla realizzazione di un parco eolico nel comune di Sessano.

Forse tale delibera è stata approvata perché ci si è resi conto che le ambizioni e la voglia di grandezza del comitato, di cui fanno parte i due consiglieri di maggioranza, non erano più sostenibili soltanto con le offerte dei cittadini? E’ per questo che la Giunta ha voluto impegnarsi per coprire la differenza tra le entrate e le uscite?

Ricordiamo al Sindaco (dopo che in giunta gli è stato ricordato dal suo stesso vice) che i fondi derivanti dalla convenzione con l’Enel – tutti i fondi, compresi i 20.000 in oggetto – non possono essere utilizzati se non dopo averne concordato la destinazione con i consiglieri comunali di minoranza, come previsto dalla delibera numero 27 del consiglio comunale dell’11 luglio 2008.

Tale decisione fu votata dalla stessa maggioranza in consiglio e dallo stesso sindaco.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: