Beni immateriali in azione

intangible heritage tangible communities

*Viggiano 1 novembre 2008: inaugurazione della Scuola di Arpa Popolare della Val d’Agri

Posted by benimmateriali su 23 ottobre 2008

viggianino 

In occasione dell’inaugurazione ufficiale della Scuola di Arpa Popolare della Val d’Agri, l’Associazione “Gli Amarimai” ed il “Comitato per la promozione del patrimonio immateriale” organizzano seminari, concerti e mostre sul tema della Salvaguardia e rivitalizzazione del patrimonio culturale immateriale italiano, con approfondimenti sui beni culturali intangibili della Basilicata.

La Scuola di Arpa Popolare della Val d’Agri è un’iniziativa dell’Associazione “Gli Amarimai”, che ne ha affidato la direzione didattica al M° Giuliana De Donno, del “Comitato per la promozione del patrimonio immateriale” ed è sostenuta dal M° Victor Salvi e dalla sua azienda: “Salvi, Maestri liutai italiani”.

La Scuola fa parte del progetto nazionale del “Comitato per la promozione del patrimonio immateriale” per la salvaguardia, la trasmissione del patrimonio immateriale o per la sua rivitalizzazione nei contesti in cui esso rischia di estinguersi. Progetto a cui partecipano Associazioni, cultori della materia e portatori di tradizione: Acerenza.info (Basilicata); Carpino Folk Festival (Puglia); Circolo della zampogna (Molise); Gruppo Suoni (Basilicata); La Vietrese (Basilicata); LucaniArt (Basilicata); Galloitalica (Basilicata); Multietnica Europea – Ethnos (Basilicata); Pizzicata (Puglia); Totarella (Basilicata); Demetrio Bruno (Calabria); Luca De Simone (Campania); Massimiliano Morabito (Puglia); Leonardo Pianoforte (Basilicata); Marisa Travascio (Basilicata); Barbara Terenzi (Lazio); Giuseppe Torre (Basilicata).

La manifestazione si svolgerà con il Patrocinio dell’Istituto Centrale di Demoetnoantropologia ( Ministero per i beni e le attività culturali) e della Fondazione Eni Enrico Mattei, la partnership del Conservatorio di musica di Sidi bu Said (Tunisia) e la Scuola di percussioni “Ivano Torre” di Bellinzona (Svizzera).

L’evento coinvolgerà le Istituzioni culturali del Paese, gli amministratori locali, gli studiosi e più di 20 associazioni provenienti dalla Basilicata e tutta Italia.

PROGRAMMA

Tavola rotonda
Mattina, dalle 11:00 alle 13:00
Hotel Theotokos – Viggiano

Salvaguardia e rivitalizzazione del patrimonio immateriale: l’approccio Community-based

L’incontro intende proseguire il percorso iniziato nella precedenti edizioni della tavola rotonda, affrontando le tematiche connesse alla salvaguardia del patrimonio immateriale ed al ruolo delle Comunità, dei gruppi dei singoli in tale azione di custodia.

Il dibattito mirerà a definire e pianificare azioni concrete – da intraprendere sul territorio – per migliorare la capacità della società civile non solo nel salvaguardare i beni “viventi”, ma anche nel “fare cultura dal basso” finalizzata allo sviluppo sostenibile culturale, sociale ed economico del territorio.

Alcuni temi che saranno affrontati:
Quali sono le sfide che le associazioni, le Istituzioni culturali e i policy maker devono affrontare per salvaguardare e rivitalizzare il patrimonio immateriale, nel rispetto della “Convenzione per la salvaguardia del patrimonio immateriale” dell’UNESCO recentemente ratificata dal nostro Paese?

Come si conciliano turismo e attività economiche con la salvaguardia dei “beni viventi”?

Come arginare la trasformazione della cultura in semplice strumento di “animazione sociale” e la tendenza a svuotarla del suo ruolo nella costruzione dell’identità e della diversità culturale, della creatività e dell’innovazione?

Quali approcci e quali politiche culturali possono favorire lo sviluppo sostenibile del territorio?

Presentazione della “Scuola di Arpa Popolare”:
la storia, la finalità, il metodo, gli allievi
Pomeriggio – dalle 16:00 alle 21:00
Hotel Theotokos – Viggiano

Il programma ufficiale degli eventi è pubblicato su:
http://arpapopolare.ning.com www.intangibleheritagenetwork.net

Ufficio Stampa
Tel. 347 64 43 038 – 347 832 5125 – comitato@intangibleheritagenetwork.net

Una Risposta to “*Viggiano 1 novembre 2008: inaugurazione della Scuola di Arpa Popolare della Val d’Agri”

  1. marisa said

    Due foto, due epoche, due ragazzi a confronto:
    il primo accenna un sorriso nel quale “leggo” l’impegno ma anche la serenità e la gioia di una scelta spontanea, di una passione autentica, nell’altro un’espressione più “rassegnata” che non lascia trapelare sentimenti.

    Colpa delle pose all’epoca in voga? Della scarsa confidenza che si aveva con gli obiettivi fotografici o di un legame non altrettanto sereno con lo strumento?
    Non lo saprò mai.

    Sicuramente in questa mia fantasiosa interpretazione sono condizionata dalle storie davvero poco piacevoli che si legano a molti dei piccoli suonatori d’arpa popolare del secolo scorso.
    I tempi,almeno per noi, sono cambiati, c’è più (apparente) rispetto per l’infanzia che non vediamo più violata ai semafori o nei vagoni delle metropolitane a suonare meccanicamente organetti, armoniche, fisarmoniche…in cambio di pochi spiccioli da consegnare a “sporchi”, organizzati adulti.

    A tutti voi ragazzi che invece avete liberamente scelto di apprendere quest’arte faccio un grande “In bocca al lupo”! Spero che la passione e l’entusiasmo non si spengano mai nei vs. cuori e sguardi e che le vs. note intense e libere riscattino del tutto e per sempre quelle più tristi e ancora vaganti di un passato non così lontano.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: